Economia 2.0

head_economia

Non sono solo i soldi fan gi­rare il mondo. Sembra il so­gno di un no­stal­gico vi­sio­na­rio, invece in alcuni casi è già una realtà: Il trucco? So­sti­tuire i soldi con la fi­du­cia e la so­li­da­rietà. Nel mondo esi­stono nu­me­rose espe­rienze in cui gli ade­renti ad un gruppo si scam­biano beni e servizi senza usare de­naro, in un rap­porto di re­ci­pro­cità.

  • Le mo­nete lo­cali (dette an­che com­ple­men­tari o re­gio­nali) sono stru­menti di pa­ga­mento che af­fian­cano le va­lute uf­fi­ciali e sono uti­liz­zate su base vo­lon­ta­ria da per­sone, eser­cizi com­mer­ciali o aziende che scel­gono di ade­rire al pro­getto.  La mo­neta com­ple­men­tare aiuta a pro­teg­gere le pic­cole aree da­gli ef­fetti dell’instabilità fi­nan­zia­ria che si ge­nera a li­vello na­zio­nale o in­ter­na­zio­nale e man­te­nere la ric­chezza là dove viene creata. In Italia è nato lo SCEC, ma l’esempio di maggior successo è il WIR, la moneta locale svizzera, il cui circuito è stato fondato nel 1934, durante la grande crisi da alcuni imprenditori che inventarono una valuta chiamata Franco Wir, e cominciarono a scambiarsi merce utilizzando questa moneta virtuale. Con il passare del tempo il meccanismo si è evoluto e oggi il giro d’affari complessivo è di circa 1,6 miliardi di Wir l’anno.
  • Ci sono di­verse forme di ba­ratto, dai si­stemi di ba­ratto di­retto al ba­ratto multi-reciproco e dif­fe­rito nel tempo. Il ba­ratto è un si­stema che ha un po­ten­ziale enorme per svi­lup­pare l’economia di pic­cole co­mu­nità e con­te­nere le crisi che si av­vi­ci­nano.
  • Il co-housing na­sce in Scan­di­na­via ne­gli anni ’60, ed è a oggi dif­fuso spe­cial­mente in Da­ni­marca, Sve­zia, Olanda, In­ghil­terra, Stati Uniti, Ca­nada, Au­stra­lia, Giap­pone. Le co­mu­nità di co-housing com­bi­nano l’autonomia dell’abitazione pri­vata con i van­taggi di ser­vizi, ri­sorse e spazi con­di­visi (mi­cro­nidi, la­bo­ra­tori per il fai da te, auto in co­mune, pa­le­stre, stanze per gli ospiti, orti e giar­dini…) con be­ne­fici dal punto di vi­sta sia so­ciale che am­bien­tale. in Italia dal 2009 l’associazione “cohousing solidaria “ di Ferrara ha tra le sue finalità quella di promuovere esperienze innovative dell’abitare basate sui principi del cohousing.
  • La banca del tempo è un’iniziativa atta a promuovere lo scambio di servizi e conoscenze tra gli iscritti, senza una remunerazione in denaro. L’unità di quantificazione è il tempo.  Ad esempio hai un’ora di tempo alla settimana, ti piacciono i bambini e la tua lavatrice centrifuga male? Puoi scambiare la tua ora settimanale per accudire i figli di un iscritto con i servizi di un idraulico che verrà a casa tua a riparare l’elettrodomestico. Lo scopo è quindi privilegiare le relazioni umane, in un rapporto di parità di valore, reciprocità e di mutuo aiuto.
  • Il CouchSurfing è un servizio gratuito di scambio di ospitalità che mette in contatto tramite internet persone che cercano e mettono a disposizione un posto per dormire gratis per chi viaggia in tutto il mondo.

Tu cosa puoi fare
Apri la mente alle nuove soluzioni per l’economia reale, il  web è pieno di riferimenti e informazioni per provare a vivere in modo diverso!
Fonte: http://www.forumcivico.it/panorama-esperienze-margini-sistema-675.html#bilanci-di-giustizia, wikipedia

No comments yet.

Lascia una risposta